venerdì 20 aprile 2012

Polpette di lenticchie e semi di sesamo

Ed eccoci al week end! Avete progetti? Io domani avrei un matrimonio ma sono influenzata, raffreddata e con l'allergia a pieno regime! 90 anni e non sentirli :) Odio stare così: uscire è fuori discussione, stare a letto non mi piace, gli occhi mi bruciano perciò faccio fatica sia a stare al pc che a leggere, però qualcosa devo pur fare perciò eccomi qui!
Dopo tanto dolce ecco di nuovo un piatto salato: io l'ho mangiato come secondo, ma si presta bene anche come stuzzichino per un aperitivo. Stranamente non è preso dall'Artusi (ma tornerà presto!) ma da qualcosa di altrettanto datato: 'Cucina no problem', Novembre 2004:





INGREDIENTI:

250 g circa di lenticchie lessate
    4 cucchiai circa di pane grattato
   3/4 cucchiai di semi di sesamo
menta
prezzemolo
1 spicchietto d'aglio



Ho frullato le lenticchie con lo spicchio d'aglio, ho versato il composto in una ciotola ed ho unito le erbe aromatiche tritate (tritate troppo grossolanamente se guardate bene!), sale & pepe, 3 cucchiai di semi di sesamo ed ho iniziato ad amalgamare gli ingredienti, aggiungendo il pane grattato un po' per volta fino ad ottenere un composto omogeneo. Volendo si può unire un uovo, io ho preferito evitarlo.
Ho formato delle polpette che ho passato nei semi di sesamo, e le ho disposte su una teglia ricoperta di carta forno; le ho spruzzate d'olio e le ho infornate a 200°per 15 minuti, girandole a metà cottura.


 Oltre ad essere sfiziose, sono anche molto gustose: croccanti fuori, morbide ma asciutte dentro! Ovviamente si prestano ad essere accompagnate da qualche salsa, io mi sono limitata ad un po' di ketchup ma volendo ci si può sbizzarrire con alternative più sostanziose!

Adesso vado ad affaticare gli occhi con qualche lettura: ieri ho finito 'Kitchen', di Banana Yoshimoto. Era la prima volta che leggevo qualcosa di suo e mi ha appassionata molto: ha uno stile scorrevole e poi quel racconto sospeso fra realistico e fantastico mi ha coinvolta davvero. La sua delicatezza nel raccontare ha qualcosa di poetico; e dire che non mi incuriosiva affatto!
E a voi piace leggere? Cosa state leggendo?
Vi auguro buon week end!
Non vi bacio per non contagiarvi :D
                                                       Vale*

19 commenti:

  1. Uff, mi spiace tu sia malaticcia, rimettiti presto, peccato per il matrimonio :( Ottime queste polpettine, davvero sfiziose e simpatiche, perfette per un buffet ma anche per una cenetta primaverile!Smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sto rimettendo per fortuna :)
      Sì, si prestano proprio per un buffet! :*

      Elimina
  2. Mi dispiace che tu abbia ancora problemi..mannaggia !
    Fai quello che ti senti di fare, e niente di più..queste polpette sono sfiziose. Non avrei mai pensato all'abbinamento lenticchia e sesamo ! Davvero buone, e perfette come aperitivo. Mi piacciono. Un bacione e buon sabato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo forse non è l'anno del capricorno :D
      Grazie dei complimenti cara! :)

      Elimina
  3. Mi piace il sesamo!! :)
    Si possono mangiare fredde? Così me le porto dietro per il prossimo pranzo!!

    Guarisci presto!! Un abbraccio di conforto!!
    PS: ti consiglio "Un segno invisibile e mio2 di Aimee Bender: l'ho letto in un battibaleno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche fredde ;)
      Grazie del consiglio, ispirata da te e da cannella ho iniziato "the particular sadness of a lemon cake", che avevo, ma questo è tra i prossimi acquisti!

      Elimina
  4. Io sul consiglio letterario mi associo a Georgie, la Bender è favolosa. Le polpette hanno un'aria invitantissima e credo siano anche sufficientemente leggere da entrare nella mia dieta (che comincia il lunedì e finisce il mercoledì). Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua dieta ricorda molto la mia: forse abbiamo la stessa nutrizionista :D Io ero quasi diventata diligente, ma lo stress ha mandato un po' in malora tutto! Grazie del consiglio! A presto Cannella!

      Elimina
  5. Anche io le faccio e sono buonissime ma non ci metto il sesamo... La prossima volta lo aggiungo perché da un tocco in più ;-) certo che una cerimonia quando non si sta bene non e' il massimo ! Spero che ti passi presto :-) bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provale col sesamo: ci sta benissimo! :) E grazie!

      Elimina
  6. Mi piacciono tanto le polpette di lenticchie, di solito aggiungo le patate.
    Adesso sto leggendo Guerra e Pace e considerato che sono quattro volumi, mi sa che ne avrò per un po'!
    Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una lettura davvero importante: prima o poi voglio affrontarla anche io! :*

      Elimina
  7. Ma che sfiziose queste polpette Vale, per un buffet o aperitivo ci stanno una meraviglia..bella idea che mi hai dato!! E anche il libro é molto carino, l'ho letto ai tempi della scuola e da quel momento non sono mai più stata senza un libro in mano..io adoro leggere, ormai sono battezzata topo da biblioteca :) :)
    un bacione tesoro, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo un'altra cosa in comune allora :) è destino!

      Elimina
  8. Oddio, che flash, ho preparato stamani l'impasto per le polpette di legumi (ceci, nel mio caso) e pensavo appunto di panarle nel sesamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sintonia tra blogger :D il sesamo dà un ottimo sapore e poi è così scrocchioso!

      Elimina
  9. buone, buone, le provo di sicuro! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina