giovedì 29 novembre 2012

Crocchette di riso

L'emmetichallenge ti entra proprio nella testa!
Dopo aver scoperto la ricetta del mese e le rubriche che quei due vulcani di Alessandra e Daniela hanno inaugurato, leggere la ricetta delle crocchette di riso del mio adorato Artusi e pensare a loro è stato un attimo! E sì, perché il mio amico Pellegrino ha dedicato una bella sezione ai fritti, sezione che io ho sempre guardato da lontano, perché "io non friggo". O meglio, prima dell'MTC io non friggevo :) E alla fine, lunedì sera, con tanto di collaborazione e amiche a cena (ricordo che l'invito era volto a portare le mie amiche ad una taglia in più), tra un'arancina e l'altra ho fritto anche le sue crocchette. E chi mi ferma più, ora?

Sono, appunto, delle crocchette, in cui il riso viene condito ed amalgamato con un uovo, e l'uovo viene utilizzato per legare l'impanatura. Sono veloci da preparare, ma molto gustosi e la cottura del riso nel latte regala un sapore molto particolare. Oltre ad avere un fascino d'altri tempi :)

Artusi non specifica quale riso utilizzare, io volevo provare il Parboiled, che Stefania difende a spada tratta :D, ma poi ho pensato alla battaglia portata avanti da Mapi e allora mi sono buttata sull'originario, come consigliato da Roberta

Io passo la parola a Pellegrino:

da "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene",
Crocchette di riso semplici, ricetta n. 198

Latte, mezzo litro
Riso, grammi 100
Burro, grammi 20
Parmigiano grattato, grammi 20
Uova, n. 2

Cuocete molto sodo il riso nel latte, e a mezza cottura aggiungete il burro e salatelo. Levatelo dal fuoco, versateci il parmigiano e così a bollore scocciateci dentro un uovo mescolando subito per incorporarlo. Quando sarà ben diaccio prendetelo su a cucchiaiate ed involtatelo nel pangrattato dandogli forma cilindrica; con questa dose otterrete dodici crocchette. Frullate l'uovo rimasto, gettateci dentro le crocchette a una a una, involtatele di nuovo nel pangrattato e friggetele. Si possono servir sole; ma meglio accompagnate con altra qualità di fritto.

Che altro aggiungere, ha detto tutto lui! E lo dice così bene :)
Mi limito ad inserire qualche foto e a riferirvi che hanno riscosso molto successo a tavola!

Prima del bagno nell'olio:


 Dopo:





E insomma, credo che mi dedicherò alla sezione "fritto" con una certa assiduità :) con buona pace del mio girovita!

Buon week end!
                         Vale*

 

32 commenti:

  1. capito di qui x caso ... mi fermo con piacere e gusto virtualmente le tue crocchette!!! Sono perfette... buona serata

    RispondiElimina
  2. Ho comprato proprio l'altro giorno il libro dell'Artusi e le crocchette mi hanno già catturato l'occhio :D Stupende! :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto un ottimo investimento! :) vedrai quante meraviglie usciranno dalla tua cucina!

      Elimina
  3. ammazza cara come ti sei buttata su queste arancine o crocchette.. non poteva mancare lo zampino di Pellegrino anche qui... troppo gustose!!! ma ormai le avrai inite queste ricette?!?!? tanti baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pellegrino è proprio un impiccione :)

      Elimina
  4. Solo una parola S P E T T A C O L O !!!!!
    Bacini :)

    RispondiElimina
  5. L'MTc è vero, da proprio alla testa! Se prima pensavo a una ricetta 23 ore (59 minuti e 59 secondi) su 24...ora ci pennso 100 su 24. Per molti sarà impossibile, ma per chi partecipa all'MTC sa che è così! :D
    Mi attira molto la cottura nel riso! E quasi quasi te ne rubo una (ma anche due!) nonostante siano le 8 di mattina e sorseggi il caffè (si...oggi me la prendo proprio comoda!) :D
    Bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ti capisco benissimo!! ci rinchiuderanno anche per questo, temo :D

      p.s. è sempre l'ora di una crocchetta, vero nutrizionista? :)

      Elimina
  6. Ma lo sai che nemmeno io prima dell'MTC friggevo? Poi sono arrivate loro e hanno cominciato a proporre il kaki-age e le arancine... e da allora vai col lissio!!! :-D

    Meravigliose queste crocchette che riportano alla vita di altri tempi, quando il cibo scarseggiava e si cercava di rendere il più nutriente ed appetitoso possibile quello che c'era: e così vai di cottura nel latte, che dà sostanza, vai di uovo che incolla e fornisce proteine, e vai di fritto che rende appetibile un tristanzuolo riso al latte!
    Bravissima Valentina, nonostante l'orgia di arancine appena trascorsa mi hai fatto venir voglia di ricominciare da capo!!!! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'mtc fa miracoli... o sortilegi? :)

      Tu hai centrato in pieno ciò che amo di questo libro: ricette fatte con ciò che era a disposizione, cibi poveri, arricchiti al meglio.
      Grazie a te :)

      Elimina
  7. Rispondo anche da qui, visto che ci ho preso gusto (al fritto intendo.. logorroica lo sono sempre stata!), che proverò questa crocchetta con la cottura nel latte prima di metter via la padella dei fritti (ultimamente la regina della cucina, sporco-lavo-sporco-lavo-sporco... in continuazione!)
    Somigliano un poco come forma a quelle milanesi... ma il latte è un tocco in più!
    Buona giornata
    Nora
    PS. Il mio colesterolo ringrazia e saluta tutto ringalluzzito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ricambio i saluti, anche se con ritardo :D

      Elimina
  8. E bravo Pellegrino! E brava tu, hanno una faccia mooolto invitante!
    Bucci

    RispondiElimina
  9. Ciao Valentina! Non c'è niente da fare Pellegrino era e rimane con una marcia in più ;-)

    RispondiElimina
  10. Fantastiche! Le proverò anch'io!!

    RispondiElimina
  11. Buonissime! Sono proprio adatte a riscaldare un freddo weekend!

    RispondiElimina
  12. mamma mia che belle queste crocchette!se le vede il mio lui finisce che oggi me le fa preparare!!!
    Buona domenica
    Angelica

    RispondiElimina
  13. Possibile che stavo perdendomi le tue deliziose crocchette? E invece no, eccomi qui. Sono ancora in tempo per gustarne una?
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ce n'è ancora qualcuna in congelatore apposta per te :)

      Elimina
  14. proprio sfiziose, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  15. Gioia ecchime qui e cosa trovo di buono mamma mia!!! Sai che lo scorso fine settimana volevo prepararle?? Poi ho pensato che IO NON FRIGGO e ho lasciato perdere ma adesso proprio non resisto più!! Pellegrino è proprio una garanzia, sono troppo sfiziose!!
    Tanto il mio girovita da mò che si è rassegnato..:)
    tanti baci tesorina!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che ci frega del girovita, Valeee!! noi siamo belle così!! Un bacione!

      Elimina