giovedì 23 maggio 2013

La tieddra italo-crucco-portoghese


Un titolo un programma :)
E per non deludere le aspettative ve lo dico da subito che sì, sono impazzita! :)

Io sto bene, azzarderei un molto bene, se non fosse che in realtà il mio posto nel mondo del lavoro non l'ho ancora trovato, ma l'entusiasmo e la fiducia mi accompagnano (in certi giorni un po' meno, ma life is a roller coaster, no?) e non è poco, considerando l'apatia e lo scoramento dell'ultimo anno (e mezzo).

Poi ci sono cose che vorresti che procedessero alla velocità della luce e altre che vorresti andassero lentamente, o arrivassero dopo. E invece le cose vanno al contrario. Anzi: vanno come vogliono loro, forse come devono andare, di certo non vanno come vorremmo noi. :)
Cerchi una cosa, ne trovi un'altra. Non sai neanche cos'è, sai solo che l'obiettivo è un altro. So che mi sento il peso della responsabilità verso le persone che hanno fiducia in me, verso chi crede che io possa farcela e quindi non riesco a concedermi spazio per altro. Ragiono per compartimenti stagni? Forse. Molto più probabilmente ragiono in una logica premio/punizione/colpa che è tutta mia, perché la mia famiglia non mi ha abituata affatto così (male!). Nella mia vita precedente ero un amish, o forse una vittoriana, altrimenti non si spiega :) Probabilmente prima ancora sono stata un Inquisitore Spagnolo, data la “circospezione” che applico...

E ok, bisogna cogliere l'attimo, panta rei, carpe diem e tutto quello che volete... Ma io sono un capricorno e, soprattutto, sono abruzzese. Vale a dire: se c'è qualcosa più piantato a terra di me, è il Gran Sasso. Magari nella variante un po' rinco della Bella Addormentata d'Abruzzo, ma pur sempre salda a terra in modo irremovibile.

Siccome sono un'abruzzese di mare -e non una ciammarica di terra, scusate lo sfottò cultural-bound, possiamo dire che sono una cozza attaccata allo scoglio.

Appunto perché sono un'abruzzese di mare, con un nonno paterno salentino, non potevo preparare una classica tieddra di risopatate&cozze in Germania!! Mi rifiuto :)



Io vorrei essere più preparata in cucina, sapere qual è il modo migliore per cuocere le verdura, trattare i vari ingredienti, ma ammetto che per quanto cerchi di prepararmi, la materia è troppo vasta. E ammetto anche che questa volta il tempo è stato tiranno, ma ci tenevo a partecipare all'MTC del mese, a un anno esatto di distanza dalla mia prima partecipazione. Ci tenevo perché il gruppo dell'MTC è un vero gruppo di mutuo soccorso, che non ti fa mancare l'appoggio, il sostegno, l'incoraggiamento e una quantità di risate fuori dal comune. E quindi, anche se non so se sono in concorso o meno (non riesco ad entrare nei blog dall'internet cafè, quindi magari ho perso qualche pezzo), volevo lasciare traccia di me, del mio primo mese in Germania. Volevo che il mio 1° MTC teutonico parlasse delle mie prime 5 settimane teutoniche, e allora l'idea è venuta da una pasta che qualcuno ha preparato per me pochi giorni fa: un accostamento che mi ha lasciata perplessa, almeno finché non ho assaggiato la prima forchettata (alla quale è seguito qualcosa come 200 g di pasta, solo per la sottoscritta).
Volevo che nel mio blog rimanesse traccia di qualcosa che nelle ultime 3 settimane ha dato un sapore nuovo alla mia cucina, una cucina che mi ha vista osservare molto, mangiare molto! ma cucinare poco. E, per la cronaca, chi di cucina ferisce, di cucina perisce. Ma non deperisce, almeno!

Il salmone si accompagna benissimo con i funghi e le melanzane, giuro!, soprattutto se vi ricordate di togliere la buccia alle melanzane (io me ne sono ricordata ora che ho sfornato la tieddra, sono o no una bella addormenta?). Di italiano c'è il parmigiano reggiano a formare la crosticina, di portoghese c'è il sale speziato alle erbe che ho utilizzato per condire le verdure. E non solo...

Di crucco c'è tutto il resto: dal coccio, al forno, al riso prodotto qui. Un riso basmati, in onore della mia coinquilina giapponese che mangia sempre pasta e mai riso :D

INGREDIENTI per una persona:

90 g di riso basmati
100 g di filetto di salmone
1 melanzana piccola
5 funghi champignon
sale portoghese alle spezie (rosmarino, origano, prezzemolo, timo, alloro, basilico, aneto, zenzero, buccia di limone): è una cosa spaziale!
parmigiano reggiano q.b.

Brodo di verdure (come qui)

Preparare il brodo e lasciarlo raffreddare. Io nell'attesa sono andata a fare un aperitivo, poi cena, birretta... Insomma, all'una di notte era sufficientemente freddo ed io sufficientemente stanca, perciò sono andata a letto e rimandato tutto all'indomani.

Mondare le verdure, tagliare le melanzane a cubetti e affettare i funghi.
Scaldare in una padella antiaderente l'olio d'oliva, aggiungere le melanzane e dopo qualche minuto i funghi, abbassare la fiamma (o la piastra, con cui litigo a giorni alterni) e far cuocere, ma non del tutto. A fine cottura, condire con il sale portoghese e far raffreddare.


Sciacquare bene il riso e scolarlo, per eliminare l'amido, quindi ungere un coccio (io l'ho trovato in casa, non è un segno questo?) e versare uno strato compatto di verdure, quindi il riso, proseguire con le altre verdure, il salmone e versare il brodo necessario a ricoprire le verdure. Coprire con le scaglie di parmigiano e infornare a 160° per circa 45 minuti.









Ripeto: non so se sono in concorso (ma chi se ne importa, l'importante è partecipare), ma soprattutto non so quanti errori e bestialità ho commesso. Non sono riuscita a documentarmi, a vedere altre foto, quindi magari doveva venire più asciutta/umida/compatta/sgranata... Io aspetto le vostre critiche, perché l'MTC è la scuola di cucina più grande e democratica del Web ed io sono un'alunna somarella!



Sono stata decisamente prolissa. E pensare che mi sono censurata :)

Un bacione a tutti voi che passate e, soprattutto, mi pensate: a Mary, a Ombretta (in bocca al lupo a voi 3!) e a tutta la magnifica squadra dell'MTC, che non sbaglia un colpo ;)
E un saluto a Cristian vincitore del mese scorso, che, non lo sa, ma ha creato un ricordo.



P.S. dita incrociate, bitte!!!

34 commenti:

  1. A me sembra ti sia venuta benissimo :-)L'unica cosa che potrebbe mandarti fuori concorso è la cottura delle verdure, ma non è detto e poi che importa. Ciò che importa è che hai lo spirito giusto e che, nonostante tutto, tu sia ruiscita a farla e pure bene!
    Baci dalla perfida Albione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale! Infatti partecipare e imparare sono le uniche cose che mi interessano ;)

      Elimina
  2. Muoro!!! Io quindi sarei una ciammarica di terra per 1/2??? Ahahahahhahahahahahah!
    Ti capisco benissimo...io sono Toro (figlia di un capricorno abruzzese e di una toro mezza sarda)...e meglio che mi fermi qui!!! :))
    La tua tiella è spettacolare, complimenti!!!
    Ed in bocca al lupo per il lavoro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo, ciammarica MTCina :D

      Elimina
  3. Mi hai fatto fare un sacco di risate (d'altra parte si parla di riso, no?). Continua assiduamente nella ricerca, che troverai la tua via e le cose andranno come vuoi tu (ok, quest'ultima dimenticala, è sempre un'illusione :-) ).
    Gli accostamenti mi sono nuovi, ma non parto certo prevenuto, anzi, la curiosità mi spingerebbe a provarlo.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, per un attimo c'avevo creduto :-)

      Gli accostamenti avevano spiazzato anche me, ma mi sono dovuta ricredere! insomma, mai dire mai :)

      Elimina
  4. Sono pronta a tutto, anche a una tirella italo-crucco-portoghese, fra l'altro in questo momento di mondo globale, ci sta benissimo anche la cucina globale, no?
    Per il resto sono quasi come te, cioè, io sono solo una cozza! E mi hai fatto fare un sacco di risate.
    Ti auguro tutto il bene del mondo e sono sicura che riuscirai in quello che desideri, perché anche se le cose vanno al contrario, alla fine i sogni si realizzano! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere averti fatto ridere :)

      Grazie Stefania, davvero :*

      Elimina
  5. Brava Valentina, così mi piaci!!!! :-D
    Mai mollare, lottare sempre fino all'ultimo, e se questa cozza è saldamente ancorata al suo scoglio, da quella postazione assorbe tutti i profumi e i sapori dell'immenso mare!!!! :-p

    Mi piace la tua teglia teutonica e mi incuriosisce molto l'abbinamento dei sapori: bravissima!!!! E un abbraccio mega-stritolante anche da qui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, che bella metafora, Mapi :)

      L'accostamento merita, anche se di primo impatto fa storcere un po' il naso, lo so.

      Ricambio l'abbraccio con enorme piacere :*

      Elimina
  6. Ecco credo che tu abbia fatto una scelta azzeccatissima negli ingredienti e mi pare che sia venuta proprio bene! :)
    Bravissima!
    Un bacione :*

    RispondiElimina
  7. il segreto è non arrendersi...qualcosa arriverà abbi fede!
    Mi hai fatto ridere tantissimoooooooooo!!! e sono sicura che l'abbinamento salmone e melanzana (senza buccia) sia buonissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza buccia è molto meglio :D ma io sono una stordellita!

      Sto imparando ad avere fiducia e ad aspettare... meno male che c'è l'mtc a farmi compagnia nell'attesa :)

      Elimina
  8. mai e poi mai arrendersi te lo dice una battagliera che a voltevorrebbe mollare ..ma non posso non posso proprio .... immaino il sapore divino ma sai che faccio mi rubo gli ingredienti per un primo piatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei una grandissima donna, Veronica :)

      Elimina
  9. tesoro...tu sei una bellissima cozza attaccata allo scoglio ;)
    ...sono fiduciosa, ti romperò talmente tanto le scatole che le tue dinamiche premio/punizione/colpa riuscirò a scardinarle...
    Mi piace la tua tiedda..si vede che sei ispirata :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella come una cozza :D

      Guarda, Mary, per scardinare certi meccanismi ci vogliono anni e anni di... prosecco :D :D

      Elimina
  10. Bella ricetta Valentina ma soprattutto un post che mi ha regalato un'allegria contagiosa! Mi piace il titolo e lo spirito con cui hai affrontato il tutto, anzi sono certa che ti porterà benissimo anche per il lavoro in cruccolandia!!!!! :-))))
    Si, le verdure avrebbero dovuto essere cruda, ma Cristian ha detto che, dal momento che non le hai cotte completamente, equipara la cosa ad una scottatura e ammette la ricetta: un uomo veramente generoso, disponibile e simpaticissimo il nostro Vincitore del mese.
    Perciò benvenuto alla tua ricetta e a te un arrivederci a presto, spero, con altre mirabolanti storie :-)
    Grazie
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristian è stato davvero generoso con una pasticciona come me :)
      Ma, ripeto, in gara o no, l'obiettivo è quello di sfidare me stessa!

      Felice di avervi regalato un momento di risate, è il minimo che possa fare per l'MTC!

      Elimina
  11. Ciao Valentina! Ecco, ci mancava solo la taieddhra teutonica :-) Ma anche orientaleggiante visto il tipo di riso utilizzato e gli altri ingredienti. Sei molto simpatica e hai provato degli accostamenti inconsueti.
    Grazie mille!
    Cristian

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto come è diventata internazionale? :)

      Grazie a te!

      Elimina
  12. Hai proprio ragione, le cose a volte vanno come vogliono loro e arrabattarsi per farle andare come vogliamo noi non serve a nulla :)
    La tua versione della taieddhra è davvero molto particolare ma l'abbinamento salmone e funghi mi piace molto, per non parlare di quel sale portoghese fantastico :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh,il Portogallo nasconde doti insospettabili :D

      Elimina
  13. Grande Valentina! Per te no ci possono essere barriere ne frontiere di nessun tipo! E vedrai che tutto andrà bene, proprio come questa tahieddra!!

    Besos!

    RispondiElimina
  14. con salmone e funghi, da provare assolutamente!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  15. Dolcissima Vale sono troppo contenta di rileggerti! E di sapere che tutto sta andando per il meglio.. Grazie mille Vale, e come ho scritto da me, godiamoci bene bene il sole che finalmente è tornato :) ti ho pensata tanto anche io tesoro ed è bellissimo ritrovarti.. Complimenti per la ricetta, hai scelto un abbinamento molto chic! Un bacione grande grande alla mia amica e un super abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedi, basta pochissimo per ritrovarsi :)

      Ti abbraccio <3

      Elimina
  16. Vale non mi crederai ma è' la pura verità ! Sono ancora in Etiopia e ho trovato un po' di connessione ho visto che avevi pubblicato e son venuta a vedere :) e' vero ti penso ma anche tu hai sempre un pensiero per me !!!! Grazie ! Abbiamo incontrato nostro figlio e che emozione indescrivibile!!!!! Oggi abbiamo la sentenza in tribunale....
    Tesoro lo sai che incrocio le dita sempre per te e devo dirtelo sei grande hai fatto la tiella ;)
    Ora ti lascio sei il mio unico commento ma ci tenevo troppo :****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che emozione è stata trovare il tuo messaggio qui, Ombretta. Ti penso e vi penso, perché state facendo un viaggio d'amore che avete scelto di condividere con noi, in qualche modo. Ed è bellissimo.

      Grazie di tutto :*

      Elimina
  17. ciao Vale! mi sono persa qualcosa in questo tempo... sei in Germania!?
    anche se ancora non so perchè leggo che stai incrociando le dita..e io con te!!!
    un grande bacio e vado a ritroso nei tuoi post cercando di recuperare ;-***
    ciao Vale sei forte!!
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, gli incrocini fanno sempre bene, soprattutto quando sono sinceri :)

      Un bacione e grazie di tutto :)

      Elimina