venerdì 11 luglio 2014

Tart pesche e lamponi con crema di formaggio

Quasi fine settimana :)
Ed io inizio a godermelo pubblicando una ricetta per il blog. Sto rubando del tempo alla mia pausa pranzo: qui a lavoro sono giorni di fuoco e la pausa finisco per trascorrerla lavorando. Sempre così: periodi mosci si alternano a periodi pienissimi! Ma non mi lamento.
Ho aspettato e cercato un lavoro così a lungo che mi ero sempre ripromessa di non lamentarmi quando ne avessi trovato uno. E me lo godo. È vero, sono fortunata a fare il lavoro per il quale ho studiato e quindi, si suppone, il lavoro che mi piace. Ed è così, ma non la farei così semplice. Lavoro in un'agenzia di traduzione, ma non sempre traduco articoli che sono nelle mie corde :) Però mi godo ogni risveglio, pensando che "fico, devo andare in ufficio!". Perché questo significa avercelo un ufficio dove andae, avere una scrivania, un pc, due monitor e dei colleghi. Significa mettersi alla prova ogni giorno, imparare sempre, farsi delle risate molto spesso, andare nel panico quando il tempo stringe e la lista dei lavori si allunga.
Io ripenso a me un anno o due fa e mi vedo e mi sento serena. Il lavoro ha colmato quel vuoto che la mancanza di indipendenza e di obiettivi aveva scavato. La sensazione di sentirsi utili, l'impegno quotidiano, il potersi mantenere e, perché no, togliersi  qualche sfizio sono impagabili.
Penso che ho dovuto farci 2000 Km, ma sono convinta che li valga tutti.
E mi deprime pensare che il mio Paese non è stato in grado di offrirmi le stesse opportunità, a me e a tantissimi -troppi- come me.

Come sempre mi lascio prendere la mano quando scrivo :)
Vi lascio una torta preparata lo scorso week end e presa da Martha Stewart: il bello del lavoro è anche poter comprare libri di cucina a quintali :)

Una tart golosissima, "rinfrescante e che crea dipendenza. Scrivilo sul blog" (parole del Portoghese). La base è una crosta croccante, grazie alla farina di mais, con un ripieno fresco e veloce da preparare. L'abbinamento della frutta è superbo, con il dolce delle pesche noci e l'asprigno delle pesche. Ma Martha ne sa sempre una più del diavolo.;)






Nectarine raspberry tart, da "New Pies & Tart", M. Stewart


INGREDIENTI per uno stampo rettangolare lungo col fondo estraibile


Per la base

85 grammi di burro
95 grammi di zucchero
2 tuorli grandi
120 g di farina
40 grammi di farina di mais finissima
mezzo cucchiaino di sale

Per la farcitura

112 grammi di philadelphia
125 ml di crème fraiche
1 cucchiaio e mezzo di zucchero a velo
3 nettarine tagliate a fettine di circa 1 cm
1 manciata di lamponi
2 cucchiai di gelatina




Preparare la base:

montare con il mixer o le fruste elettriche a velocità medio alta il burro e lo zucchero fino ad ottenere un composto pallido e cremoso (2 minuti circa). Aggiungere i tuorli e continuare a  fino a quando saranno assorbiti.
A parte mescolare le 2 farine (io le ho setacciate) e il sale e agiungerle all'altro composto, mischiando solo fino a che l'impasto si tiene insieme.Schiacchiare fino a formare un disco, avvolgere nella pellicola e lasciare in frigo per circa 1 ora (deve diventare rigido).

Ungere uno stampo di circa 12 x 42 cm. Stendere l'impasto su una superficie infarinata ad uno spessore di 3 mm e sistemarlo nello stampo, eliminando gli eccessi dai bordi. Lasciare in frigo o in congelatore per 30 minuti.

Scaldare il forno a 10°, con griglia al centro. Riprendere la base dal frigo,punzecchiarla con una forchetta e cuocerla fino a che inizia a colorare, 15/20 minuti circa.
Lasciar raffreddare completamente su una griglia, quindi toglierla dallo stampo.

Preparare la crema di formaggio:

montare con le fruste elettriche a velocità media il philadelphia fino a renderlo morbido. Unire la crème fraiche e lo zucchero a velo e continuare a montare fino a ottenere un composto morbido e cremoso (2 minuti circa). Lasciar riposare in frigo 30 minuti, quindi spalmarlo sulla base fredda e sistemare la frutta, premendola leggermente.

Scaldare la gelatina su fuoco basso, passarla attraverso un colino a maglie fitte e spalmarla sulla frutta.
Riporre in frigo se non si serve immediatamente.





Una visione d'insieme, anche se la foto lascia a desiderare :)

Ottimo week end a tutti!

4 commenti:

  1. E tu ti meriti solo il meglio amica mia..tutto ciò che di buono c'è, e ancora di più ! E mi raccomando, le torte, mangiatele da sola, anzi, con il Portoghese..mai sia che mi mandi qualcosa :P

    p.s. io questa me la sono gustata in anteprima mentre stavo con le chiappe in piscina :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per fortuna che sono finite le domeniche delle chiappe al sole :D

      Elimina
  2. che dolce superbo!!!!Tieniti il tuo lavoro stretto, visto che ce l'hai!!!!Mi piace molto il tuo blog, m'iscrivo tra i tuoi lettori fissi, se ti va passa da me e contraccambia, ti aspetto. Ciao Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti e scusa il ritardo :)

      Elimina